Screening del Cervicocarcinoma

Gennaio è il mese della prevenzione al tumore del collo dell’utero


Se hai tra 25 e 64 anni, prenota ora il tuo screening gratuito, un test semplice e veloce che può salvare la vita


Quando chiamare

Giorno Mattina Pomeriggio
Lunedì 09.00-13.00 15.30-17.00
Martedì 09.00-13.00
Mercoledì 09.00-13.00
Giovedì 09.00-13.00 15.30-17.00
Venerdì 09.00-13.00

Come chiamare

Da telefono fisso

Da cellulare

800.404960

331.266.1542

Chiama

331.266.1674

Chiama

 


Cos’è lo screening del cervicocarcinoma

Lo screening del cervicocarcinoma è un percorso gratuito per la prevenzione dei tumori del collo dell’utero (o cervice uterina), che accompagna la persona dal momento dell’adesione all’invito, alla diagnosi, fino alla cura dell’eventuale lesione.

 

Qual è la finalità dello screening

Ha lo scopo di favorire la diagnosi precoce di tumori e di lesioni che potrebbero evolvere in tumore (lesioni pretumorali), per ridurre la mortalità e nel contempo accrescere le possibilità di cura e di guarigione.

 

A chi si rivolge

Lo screening del cervicocarcinoma è dedicato alle donne residenti nella provincia di Enna, di età compresa tra 25 e 64 anni.

  • Le donne di età compresa fra 25 e 33 anni saranno invitate ad eseguire un pap test ogni tre anni
  • Le donne di età compresa fra 34 e 64 un test HPV-DNA ogni 5 anni.

Il tumore della cervice uterina si può prevenire con la vaccinazione per il papillomavirus umano (HPV) e può essere trattato tempestivamente prima che evolva in carcinoma se diagnosticato precocemente attraverso lo screening.

La vaccinazione è offerta gratuitamente per le ragazze ed i ragazzi dai 12 ai 26 anni e alle donne già sottoposte a trattamento per una lesione.

 

Come funziona

Il Centro Screening della ASP di Enna invia le lettere di invito alle donne interessate, indirizzandole presso i centri di prelievo accreditati, gratuitamente e senza richiesta del medico di famiglia.

Perché riesca al meglio, il test va eseguito:

  • Ad almeno tre giorni dalla fine delle mestruazioni e in assenza di perdite di sangue;
  • Astenendosi dai rapporti sessuali nei due giorni prima dell’esame;
  • Evitando ovuli, creme o lavande vaginali nei tre giorni precedenti il test.

Dove fare il test

I test si eseguono presso i consultori familiari accreditati: ad esempio si può scegliere quello più vicino alla propria residenza o al luogo di lavoro.

Il test sarà effettuato dall’ostetrica o da una ginecologa specializzati nello screening. Ricordati di prenotare un appuntamento!

 

Consultorio Familiare Comuni di riferimento Indirizzo Indicazioni stradali
Agira Agira Via Vittorio Emanuele n.56 – 94011, Agira Vai >
Barrafranca Barrafranca, Pietraperzia Corso Italia n.1 – 94012, Barrafranca Vai >
Catenanuova Catenanuova, Centuripe Piazza Mercato Vecchio n.16 – 940110, Catenanuova Vai >
Enna Enna, Calascibetta, Villarosa Via Messina, n.2 – 94100, Enna Vai >
Leonforte Leonforte, Assoro, Nissoria Ospedale “FBC” – 6° Piano – 94013, Leonforte Vai >
Nicosia Nicosia, Capizzi, Sperlinga Via S. Giovanni n.1 – 94014, Nicosia Vai >
Piazza Armerina Piazza Armerina, Aidone Ospedale “Chiello” – Corpo F – 94015, Piazza Armerina Vai >
Regalbuto Regalbuto Via Frate Andrea del Guasto – 94017, Regalbuto Vai >
Troina Troina, Cerami, Gagliano C.F. Via Nuova del Carmine n.28 – 94018, Troina Vai >
Valguarnera Valguarnera Via convento, n.1 – 94019, Valguarnera Vai >

 


Domande Frequenti

Qual è la differenza tra PAP-TEST e HPV-DNA TEST?

Il test HPV è un esame di recente introduzione che ricerca l’infezione da HPV, mentre il PAP Test ricerca le lesioni causate dall’infezione stessa.

Il test HPV è più sensibile rispetto al PAP Test e, per tale ragione, può essere eseguito ogni 5 anni anziché 3.

Tuttavia, poiché nelle donne più giovani le infezioni da HPV sono molto frequenti e nella gran parte dei casi regrediscono spontaneamente, il test HPV è raccomandato a partire dai 34 anni.

 

Cosa sono gli esami di approfondimento?

Nel caso in cui l’analisi al microscopio mostri la presenza di cellule con caratteristiche pre-tumorali o tumorali, il protocollo dello screening per il cancro del collo dell’utero prevede l’esecuzione di esami di approfondimento.

In primo luogo la donna è invitata a eseguire una colposcopia. Si tratta di un esame che, attraverso l’utilizzo di un apposito strumento (il colposcopio) permette la visione ingrandita della cervice uterina. In tal modo il medico è in grado di confermare la presenza di lesioni pretumorali o tumorali e valutarne l’estensione.

Alla colposcopia può far seguito una biopsia, cioè un prelievo di una piccola porzione di tessuto anomalo da sottoporre a un’analisi che confermi definitivamente le caratteristiche esatte della sospetta lesione.

Tutti gli esami di approfondimento all’interno del percorso di screening sono gratuiti.

 

Il PAP TEST e lo striscio sono la stessa cosa?

Esistono due tipi di “strisci vaginali”:

  •  lo striscio oncologico (Pap test), che serve a scoprire eventuali lesioni che possono trasformarsi in tumore e che va effettuato una volta ogni tre anni;
  •  lo striscio batterioscopico o batteriologico, che serve a scoprire le cause di un’infezione vaginale e
    che va effettuato solo quando il medico lo ritiene necessario.
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto